Posted by Tiziana Cantoni
Tiziana Cantoni
Ovvero io, che raccolgo, approfondisco ed elaboro quello che sento, leggo, sperimento e lo trasformo in post, ...
User is currently offline
on Monday, 10 September 2012
in senonCINAsci

Incubatore Industriale in Cina – Parte II

Spesso incontriamo potenziali clienti che ci chiedono aiuto e informazioni su come iniziare la produzione in Cina. Di solito si tratta di piccole medie imprese, le cosiddette PMI, che pur avendo la volontà di iniziare a produrre in Cina, si trovano di fronte alla difficoltà dell’affrontare un investimento dall’esito incerto. Inoltre spesso non hanno un’idea dei costi relativi all’apertura di una fabbrica, dei costi e dei tempi per ottenere le licenze, i permessi, le autorizzazioni necessari. E l’idea che in Cina si possa produrre facilmente mettendo in uno scantinato un paio di operai, pagarli niente e farli lavorare come muli è un’idea difficile da sradicare e totalmente fuorviante.
Comunque chiarito che in Cina non si produce piú (se mai si è mai si è prodotto) a costo zero, e che gli operai vanno pagati il giusto, che la Cina non è terra di nessuno, dove vale tutto, ma che anzi regole e leggi vanno rispettate, e che le relazioni personali sono fondamentali ecco che affrontiamo il tema produzione e le varie alternative che si presentano.

Alternativa 1: costruire la propria fabbrica
Scelta importante, onerosa, che presuppone che l’azienda che vuole aprire la propria fabbrica sia di dimensioni medie, ben avviata in Italia e con un progetto ben chiaro in tasca. (Ma di cosa fare per aprire una fabbrica ne scriveremo in un altro post)

Alternativa 2: appoggiarsi a un parco industriale
(per maggiori informazioni vi rimando al vecchio post: "Cina: dove avviare la produzione? Meglio una Zona Economica Speciale, un Parco Industriale o un Incubatore?

Alternativa 3: l’incubatore industriale
Abbiamo già scritto in passato di incubatori industriali, ma dalle domande che spesso mi vengono rivolte, mi rendo conto che il concetto di incubatore industriale non è facile da comprendere nella sua complessità. Molte aziende pensano all’incubatore industriale come ad un involucro all’interno del quale trovare uno spazio dove iniziare ad assemblare o produrre. E l’incubatore è spesso cosí: offre alle aziende una soluzione preconfezionata che permette di saltare i passaggi relativi alla ricerca dell’area dove costruire la fabbrica, alle procedure per chiedere e ottenere permessi e autorizzazioni, alle negoziazioni con le autorità locali. Una sorta di albergo, dove si affitta una stanza, e si hanno a disposizione alcuni servizi per i quali si paga extra (l’abergo ha un ristorante, ma se si cena lí, si paga la cena). Infatti la maggior parte degli incubatori industriali sono degli alberghi/involucri che affittano una stanza/spazio.

Alternativa 4: il CI3
Ma l’incubatore industriale, come lo proponiamo noi (il CI3) è più di un involucro. Infatti con lo spazio nel quale iniziare ad assemblare o produrre si offre anche un team di manager e tecnici stranieri che offrono assistenza ad hoc. Diciamo che scegliere l’opzione incubatore industriale o il CI3 è come decidere se affittare una stanza in un albergo o una stanza in una famiglia che si mette a disposizione per rendere il soggiorno più facile. E il fee extra che si paga, in aggiunta all’affitto e alle spese base, è il costo del team, composto da manager stranieri, che è a disposizione 24/7, che mette a disposizione l’esperienza maturata in decenni di costruzione di fabbriche, che supervisiona i lavori, che risolve gli eventuali problemi, che usa i propri contatti e le proprie relazioni personali, che protegge la vostra tecnologia e il vostro know how. 

Per usare la stessa analogia con l’albergo, se dovete spedire una cartolina potete chiedere aiuto alla reception, ma dovete comprare la cartolina e il francobollo, cercare un ufficio postale o la cassetta della posta. Se scegliete l'opzione CI3 vi potete scordare dell’acquisto del francobollo e della cartolina stessa, della ricerca e della visita all’ufficio postale etc etc (tutte attività che sembrano sciocche, ma non in Cina).

Quantificare il valore delle prestazioni di CI3 è difficile come lo è quantificare il valore di un buon mentore/tutore.

Ma a chi è indirizzato l’incubatore industriale CI3?
Per questo vi aspettiamo al prossimo post.

Ptl Group 

Comments

No comments made yet. Be the first to submit a comment

Leave your comment

Guest
Guest Friday, 28 July 2017